Delirio di una notte di mezza estate

Si come lei io non dormo mai.x

Daysleeper. MrTelevision.

Mha vabbe fortuna che oggi e’ domenica.

Io non dormo mai. E ce pure chi la trova una cosa …come posso dire…utile ecco si utile. Ma chi pensa questo avra pensato male. Perche non ce niente di utile nel vivere il doppio degli anni che hai solo perche il corpo e ls tests non riesce a staccare.

Sono piu’ grande ho dormito piu di lei

                 Cit. Claudio B.

 

Questa foto e’ stata scattata nell’agosto del 2011

Sei sveglia tu lo dici io ci credo. Ma non vado nel delirio, almeno non cosi spesso come noi pensiamo. E poi stare svegli. Mentre tutti dormono ed e qui ed ora che hai peccato. In ginocchio al confessionale. 

Non avete vegliato con me razza di vipere

              Cit

Annunci

Magistrale 

Ci sono giorni in cui il nervosismo e alle stelle che poi va a finire che ti trovi nelle stalle vabbe keep&calm e andiamo avanti. 

Oggi e’ venerdi, “Di venere e di marte non si sposa e non si parte” dice il mio nonnino. E in un modo o in un altro credo di aver rispettato questa sua parola.

Ahh le parole, la lingua bhe e’ uno strumento spettacolare. Nel bene e nel male, come sempre del resto.

E poi ce la Parola. E bisogna inchinarsi sempre. Sempre.

Tra otto giorni e’ il mio compleanno. Oggi stanno togliendo il pino. Il cerchio e’ chiuso.

Chiudi il cerchio

Perche poi di MarteDi succede anche questo. Uno sclero. Ritorno al passato e’ come girare una minestra.

E poi si dai mettiamo un dvd, quale? Suggerimento. Che noia non lo legge vabbe cambia, questo si il nr 3 il terzo episodio, seconda serie. Dolore. Ferita. Ricordo.

E allora,penso che il cerchio si sta chiudendo, ma solo per aprirne un altro.

….”Io e Dandy ci sposiamo pensavo te l avesse detto”…

Uff e’ difficile, ma indispensabile. Quando entri in un mondo cerca di esserne il benvenuto. 

Il cielo mi e’ testimone

Sono le 3.09. Ho fatto bene? Ho fatto male?


Vanita’ delle vanita’, tutto e’ vanita’ e che mi sia da testimone il cielo su cio’ che sto vivendo.

Come in un sogno ho parlato come se fosse vero. Ho sentito l’emozione e tante cose che ora non so descrivere. E poi niente piu’. E quel senso di vuoto che colmo di confusione che non mi so spiegare. 

I segnali di fumo. La scia da seguire. Il profumo pungente che non si puo’ dimenticare. E poi un nuovo giorno. E io ho sete.

Dare da bere agli assetati e’ un opera di miseriscordia.

E poi l’Egitto….e lalala’

Se io non mi conoscessi cosi come mi conosco potrei raccontarmi che ho fatto un errore di valutazione. Che sei uno del mucchio che ha capito che x arrivare dove vuole arrivare la strada e non solo in salita, ma anche tortuosa. E di conseguenza ti dici “ma cu cazzu mu faci fari” e chiudi tutto. 

Ma so che non e cosi. Purtroppo sarebbe stato piu semplice forse, certamente piu gestibile. 

Ma non e cosi. Lo so. Cosa mi rende cosi sicura? Hai guardato oltre. Oltre il vestito. Oltre il fascino. Oltre il momento. Ed io ho sprecato la mia bevanda preferita su di te. Per caso. “Rispondi, perche passavi da quella parte?” “Per caso”.

Ce stata meraviglia quando ti ho detto che la fede che porto al dito e’ d’argento. Ti spiego il perche’. Si ora, adesso e qui. 

Il silenzio e’ d’ oro, ma la Parola e’ d’argento. 

Ed e’ per questo che so.