E poi l’Egitto….e lalala’

Se io non mi conoscessi cosi come mi conosco potrei raccontarmi che ho fatto un errore di valutazione. Che sei uno del mucchio che ha capito che x arrivare dove vuole arrivare la strada e non solo in salita, ma anche tortuosa. E di conseguenza ti dici “ma cu cazzu mu faci fari” e chiudi tutto. 

Ma so che non e cosi. Purtroppo sarebbe stato piu semplice forse, certamente piu gestibile. 

Ma non e cosi. Lo so. Cosa mi rende cosi sicura? Hai guardato oltre. Oltre il vestito. Oltre il fascino. Oltre il momento. Ed io ho sprecato la mia bevanda preferita su di te. Per caso. “Rispondi, perche passavi da quella parte?” “Per caso”.

Ce stata meraviglia quando ti ho detto che la fede che porto al dito e’ d’argento. Ti spiego il perche’. Si ora, adesso e qui. 

Il silenzio e’ d’ oro, ma la Parola e’ d’argento. 

Ed e’ per questo che so.

Annunci

Hey MrTelevision📺

Andiamo ad Istambul a prendere un caffe’!

Poi ci stanchiamo andiamo dove vuoi tu, Il Cairo, bello l’Egitto la storia, le opere, gli alieni chissa’.

Hey MrTelevisoin andiamo a Manhattan guardiamo le luci della citta’, in mezzo alla folla e che m ‘importa, tu mi schermi, mi proteggi.

E poi continuiamo a viaggiare il mondo, indagando di qua e di la, come Miss Marple ed Hercule Poirot, perche’ io ho fame di mondo. 

A proposito di fame lo so lo so non riesco a postare una foto di un piatto bhe primo non sono una fotografa secondo se mi siedo a mangiare dai lo sai quante volte abbiamo consumato il pasto insieme…tante MrTelevision. Percio’ a tavola si sta a tavola telefoni e simile davanti a me non ci devono essere.

Perdersi nelle risate ogni volta che ti dico che lascerei mio marito solo per un uomo, ovvero Homer Simpson e ridiamo e stiamo bene.

Ma poi ti ho chiesto tra il trambusto e la folla “Fammi venire da te MrTelevision” hai risposto no. 

E sai che faccio?  Uso il trasduttore.

Io vivo in balia del vento come un aquilone.

La poltrona

Di lei si dissero tante cose, ma la piu’ assurda e’ che volesse a tutti i costi quella poltrona! Che volesse appropriarsi di un posto non suo, che per soldi avrebbe fatto qualsiasi cosa.

Dissero che sia stata la rovina di tutto e tra le tante cose vi assicuro che questa fu quella piu carina. Ma coloro che volgarmente mandaro in giro queste parole furono proprio coloro che le chiesero di fare da intermediario. Chiudendola cosi in una gabbia dalla quale lei pote uscire solo sfiorando la morte.

Lei avrebbe solo voluto qualcuno che la prendesse per mano e la tirasse fuori dall’abbisso dove era rimasta incastrata, ma non ci fu nessun’anima buona ad aiutarla. Anzi, coloro che le sorridevano in viso la pugnalavano con vilta’ alle spalle.

Tante cose furono dette di lei che per la grande volgarita non staremo qui a ripetere, ma nessuno si rese conto che fu solo in capro espiatorio di un dolore del quale non era colpevole!